logo C.A.I. logo Bacheca

La Bacheca

Il programma delle attività 2011

06/01/2011

01 — Bivacco di Monte Scavo

Da Piano Vetore, procedendo in leggera e costante salita, su piste forestali alternate a brevi tratti su spazi aperti, si raggiungerà l'altipiano Galvarina e, poco dopo, il valico di Monte Palestra, oltre il quale si scivolerà dolcemente sino al bivacco di Monte Scavo. Ivi la meritata pausa rifocillatoria.

tipologia: Sci Escursionismo

direttore: Gigi Sciacca 328.4589043

area geografica: Etna

difficoltà: Blu

dislivello: 500 m

terreno: Carrareccia innevata

durata: circa 6 ore

quota massima: 1990 m


09/01/2011

02 — Dalla Foce del Simeto ad Agnone

Ennesima edizione dell'arenoso passo. Il Fiume Simeto, nel corso dei millenni, ha deposto enormi quantità di briciole montane costituendo così uno dei litorali più belli d'Italia. Dall'Oasi del Simeto, tra splendide sabbie dorate e spumeggianti marosi, cullati dall'incessante mormorio della risacca, si raggiungerà Agnone. L'assenza elle distrazioni estive permetterà di scoprire panorami e particolari altrimenti nascosti. Breve viaggio in un mondo di pescatori e allevatori che, d'inverno, si contrappongono alla gaudente moltitudine estiva.

tipologia: Escursionismo

direttore: Giorgio Pace 347.4111632

area geografica: Litorale ionico

difficoltà: T

dislivello: Irrilevante

terreno: Arenile

durata: circa 4 ore

quota massima: 10 m


09/01/2011

03 — Dal Rifugio Citelli a Piano Provenzana

Partenza da Monte Concazza lungo sentieri, strade e terreni naturali ricoperti di neve. Il percorso, a tratti boscoso, passa alla base dei Monti Sartorius, si inoltra all'interno della pineta di Monte Baracca attraversa il Vallone di Quarantore. Spettacolare il panorama dinanzi a noi, con la Schiena del Leone che sovrasta il paesaggio e la stazione Etna Nord sullo sfondo.

tipologia: Sci Escursionismo

direttore: Claudio Sangiorgio 340.3302381

area geografica: Etna

difficoltà: Blu

dislivello: 400 m

terreno: Carrareccia innevata

durata: circa 6 ore

quota massima: 1850 m


16/01/2011

04 — Piano dei Dammusi

Con le ciaspole al seguito, partiremo dal rifugio Brunek imboccando la pista Altomontana etnea, attraversando recenti ed antiche colate ricoperte da un candido manto nevoso, presto violato dalle nostre tracce. Cosi facendo giungeremo al Piano dei Dammusi, luogo in cui sono localizzate le più importanti grotte di scorrimento lavico del vulcano.

tipologia: Escursionismo Invernale

direttore: Franco Minutolo 349.5840449

area geografica: Etna

difficoltà: EAI

dislivello: 400 m

terreno: Innevato

durata: circa 6 ore

quota massima: 1740 m


16/01/2011

05 — Monte Tre Arie

Lungo la dorsale dei Nebrodi, attraversando gli ampi spazi del lago Pisciotto, raggiungiamo il lago Cartolari, bacino artificiale incastonato fra pascoli e faggete innevate. Da qui lungo una facile pista forestale raggiungiamo la vetta di Monte Trearie con ampio panorama sui Nebrodi, poi il pendio sul versante settentrionale ci permetterà di dedicarci ad una discesa su splendido fuoripista. Il rientro per la stessa strada.

tipologia: Sci Escursionismo

direttore: Fabrizio Meli 347.5104413

area geografica: Nebrodi

difficoltà: Blu

dislivello: 375 m

terreno: Carrarecce forestali

durata: circa 4 ore

quota massima: 1609 m


23/01/2011

06 — Da Monte Ilice al bivio di Cassone

Da Monte Ilice, attraverso antiche mulattiere e piste carraie, raggiungeremo la Contrada Cassone, alla riscoperta di paesaggi rurali e vecchi percorsi che un tempo non lontano erano fucina d'ingegno e operosità.

tipologia: Escursionismo

direttore: Vittoria Cocimano 338.1441754

area geografica: Etna

difficoltà: T

dislivello: 500 m

terreno: Carrarecce, mulattiere

durata: circa 5 ore

quota massima: 1100 m


23/01/2011

07 — Monte Timpa Rossa

Escursione che attraversa alternativamente tratti fittamente boscati e deserti panoramici, volta a mitigare i rigori del clima invernale con la produzione endogena di calore ed il tepore dell'amicizia. Partenza con le racchette da neve dal Rifugio Ragabo, lungo piste forestali sino a raggiungere il bivacco di Monte Timpa Rossa. Dopo congrua pausa si riprende il cammino, ammaliati dai forti contrasti creati dal bianco della neve e dal nero delle lave, sino a raggiungere Piano Provenzana.

tipologia: Escursionismo invernale

direttore: Orazio Conte 340.2812505

area geografica: Etna

difficoltà: EAI

dislivello: 450 m

terreno: Carrareccia innevata

durata: circa 6 ore

quota massima: 1900 m


23/01/2011

08 — Monte Nero

Dal Piano Provenzana attraverso il tormentato teatro dell'eruzione del 2002, sino a raggiungere Monte Nero, con i suoi splendidi panorami sull'immacolato pendio etneo e sulla sottostante Valle dell'Alcantara e, con un po' di fortuna, sul Tirreno e sulle Eolie. Sosta al bivacco di Monte Timpa Rossa con incontro a sorpresa.

tipologia: Sci Escursionismo

direttore: Gigi Sciacca 328.4589043

area geografica: Etna

difficoltà: Blu

dislivello: 400 m

terreno: Campi lavici innevati

durata: circa 6 ore

quota massima: 1900 m


30/01/2011

09 — I Cugni di Pedagaggi

Alle spalle di Carlentini, sul versante nordest dell'altopiano ibleo nel comprensorio vulcanico di Monte Lauro, i pascoli dei Cugni s'inseriscono in un paesaggio per noi nuovo, fatto di prati e mulattiere, prataioli e mandragole, vecchie fattorie, agrumeti DOC, ecc.

tipologia: Escursionismo

direttore: Giorgio Pace 347.4111632

area geografica: Iblei

difficoltà: T

dislivello: 200 m

terreno: Carrareccia, sentiero

durata: circa 5 ore

quota massima: 600 m


30/01/2011

10 — Monte Palestra

Compleanno della merla. Con partenza dai piedi di Monte Gallo una facile carrareccia conduce, tra foreste imbiancate e tratti aperti, alle pendici di Monte Palestra. Dopo consona interposita quies prandium si ridiscende passando dal bivacco Galvarina, per così giungere nuovamente alla base di partenza.

tipologia: Escursionismo invernale

direttore: Orazio Conte 340.2812505

area geografica: Etna

difficoltà: EAI

dislivello: 500 m

terreno: Carrareccia, sentiero

durata: circa 6 ore

quota massima: 1950 m


30/01/2011

11 — Sciata nebrodense

Da Portella Femmina Morta, lungo la dorsale dei Nebrodi, un bellissimo itinerario ci porterà all'interno dei boschi nebrodensi fino a visitare i laghetti montani, il Maulazzo e in secondo momento il Lago Biviere.

tipologia: Sci Escursionismo

direttore: Mimmo Murabito 339.8174140

area geografica: Nebrodi

difficoltà: Verde

dislivello: 300 m

terreno: Piste forestali innevate

durata: circa 5 ore

quota massima: 1560 m


05/02 - 06/02/2011

12 — Madonie Tour

Il massiccio madonita offre notevoli possibilità anche agli amanti dello sci escursionismo, avremo modo di esplorarle e di godere dei dolci declivi e splendidi paesaggi che il Piano dei Cervi e l'omonimo monte offrono. Il meritato premio sarà consumato nelle fornite pasticcerie di Petralia Soprana.

tipologia: Sci Escursionismo

direttore: Claudio Sangiorgio 340.3302381

area geografica: Madonie

difficoltà: Blu

dislivello: 350 m

terreno: Carrareccia innevata

durata: circa 5 ore

quota massima: 1794 m


06/02/2011

13 — Monte Soro

Il familiare manto di ombrose faggete, che ricopre le dolci pendici del Monte Soro, appare irriconoscibile, privo di fronde e candido di neve, nel pieno inverno. Tra laghi gelati e sculture di ghiaccio si procederà, con racchette da neve e cuor leggero, sino a raggiungere l'obiettivo di trascorrere una giornata da ricordare.

tipologia: Escursionismo invernale

direttore: Orazio Conte 340.2812505

area geografica: Nebrodi

difficoltà: EAI

dislivello: 400 m

terreno: Carrareccia innevata

durata: circa 6 ore

quota massima: 1850 m


06/02/2011

14 — La Montagnola

Breve ma impegnativa ascensione lungo le pendici meridionali dell'Etna da Piano del Vescovo alla vetta della Montagnola su pendii ripidi e poi sul crinale della Schiena dell'Asino: lungo il crinale non è da escludere l'uso di ramponi e piccozza per progredire in sicurezza. La discesa si compie sul versante di salita con uno splendido panorama su Catania e sul golfo.

tipologia: Sci Alpinismo

direttore: Fabrizio Meli 347.5104413

area geografica: Etna

difficoltà: BS

dislivello: 836 m

terreno: Pendii sabbiosi innevati, crinale ghiacciato

durata: circa 3 ore

quota massima: 2760 m


13/02/2011

15 — Monte Altesina

La R.N.O di Monte Altesina, ombelico della Sicilia in quanto punto d'incontro della Valdemone, Val di Noto e Val di Mazara, è alta 1193 m s.l.m. In cima, osservazioni a 360 sui resti degli insediamenti preistorici. A fine escursione, visita alla diga Nicoletti e dell'abitato di Leonforte.

tipologia: Escursionismo

direttore: Filippo Morin 349.7503466

area geografica: Erei

difficoltà: E

dislivello: 600 m

terreno: Carrareccia, sentieri

durata: circa 7 ore

quota massima: 823 m


19/02/2011

16 — Piccola ciaspolata notturna

L'altra faccia della Luna è anche scoprire il lato oscuro della Terra illuminato dal chiaro di luna. Ciaspolata poetica con prosaico ristoro, presso uno dei bivacchi forestali lungo la Pista Altomontana dell'Etna, riscaldato dal camino e allietato da salsicce e vino. Partenza nel primo pomeriggio ed inizio del cammino al crepuscolo. Rientro in città alle ore piccole. Grigliata a lume di candela.

tipologia: Escursionismo Invernale

direttore: Orazio Conte 340.2812505

area geografica: Etna

difficoltà: EAI

dislivello: 400 m

terreno: Innevato

durata: circa 6 ore

quota massima: 1800 m


20/02/2011

17 — Monte Ambolà

La faggeta innevata e gli stagni ghiacciati caratterizzano questa escursione con gli sci in un ambiente fiabesco e incantato, dove l'unico suono è il fruscio dei nostri sci sulla neve. Le orme della volpe che segue le tracce della lepre ci confermano che il bosco è vivo anche in inverno.

tipologia: Sci Escursionismo

direttore: Fabrizio Meli 347.5104413

area geografica: Nebrodi

difficoltà: Blu

dislivello: 200 m

terreno: Carrarecce forestali innevate

durata: circa 4 ore

quota massima: 1529 m


25/02 - 27/02/2011

18 — 3 Raduno sezionale sulla Neve in Sila

Confermato appuntamento con l'annuale raduno sezionale sulle nevi silane, dedicato a tutti i soci in grado di apprezzare il calore delle fresche sensazioni. Equipaggiati con idonea attrezzatura, si trascorrerà un bianco weekend sulle nevi della Piccola Sila, impegnati in attività da... sci muniti o racchettati.

tipologia: Escursionismo Invernale - Sci Escursionismo

direttore: O. Conte 340.2812505 - G. Sciacca 328.4589043

area geografica: Sila

difficoltà: EAI - Blu

dislivello: 400 m

terreno: Innevato

durata: circa 6 ore

quota massim: 1765 m


27/02/2011

19 — Da Vizzini a Buccheri

Seguendo il percorso della ferrovia degli Iblei, dismessa da tempo, si risalirà a Buccheri ed a Monte Lauro, la cima più alta dei Monti Iblei. Un mondo di pastori ed altipiani verdeggianti, scenario ideale per la cavalleria rusticana.

tipologia: Escursionismo

direttore: Giorgio Pace 347.4111632

area geografica: Iblei

difficoltà: T

dislivello: 450 m

terreno: carrareccia

durata: circa 5 ore

quota massima: 986 m


06/03/2011

20 — Crateredi Mompilieri

Da Nicolosi, attraversando antiche trazzere, raggiungeremo il Cratere di Mompilieri, formatosi probabilmente, secondo lo studioso Gemmellaro, durante l'eruzione del 693 a.c. Aggirato il complesso vulcanico, andremo a visitare il Santuario Madonna della Sciara di Mompilieri; santuario mariano che sorge sopra i resti di un'antica chiesa del XVI secolo che l'8/03 del 1669 venne seppellita da una lingua di lava. Nel corso dei secoli sotto uno spesso strato di lava, sono stati individuati i resti della chiesa; ad oggi sono stati valorizzati in un suggestivo complesso sotterraneo.

tipologia: Escursionismo

direttore: Franco Minutolo 349.5840449

area geografica: Etna

difficoltà: T

dislivello: m 100

terreno: Carrareccia, sentiero

durata: circa 5 ore

quota massima: 722 m


06/03/2011

21 — Grotta del Gelo

Da Monte Conca si percorrrà il pendio che ci accosta alle falde orientali di Monte Pizzillo e, dopo aver attraversato i campi lavici innevati della Sciara del Follone, si giungerà alla Grotta del Gelo. Successivamente ci si dirigerà alla volta di Monte Timpa Rossa e Monte Nero per tornare alla base di partenza.

tipologia: Sci Escursionismo

direttore: Gigi Sciacca 328.4589043

area geografica: Etna

difficoltà: Rosso

dislivello: 700 m

terreno: Fuoripista su lave innevate

durata: circa 6 ore

quota massima: 2450 m


12/03 - 13/03/2011

22 — Monti Inici e l'Abbisso dei Cocci

Escursione con pernotto nei pressi di Castellamare del Golfo. Il primo giorno si effettuerà l'ascesa al Monte Inici, dalla cui vetta si può ammirare uno spettacolare panorama su tutta la zona, da Palermo allo Zingaro, in serata visita al paese di Castellamare.Il giorno dopo breve escursione per raggiungere l'ingresso della Grotta dei Cocci e visita alla grotta. Rientro passando dal paese di Alcamo, dove si svolgerà una breve visita al centro storico.

tipologia: Escursionismo

direttore: Walter Gulisano 348.4586856 - CAI Castellamare

area geografica: Monti del Trapanese

difficoltà: E

dislivello: 800 m

terreno: Carrareccia, sentiero

durata: circa 7 ore

quota massima: 1046 m


13/03/2011

23 — Bosco di Chiaramonte Gulfi

Escursione rilassante attraverso le stradelle forestali del comune di Chiaramonte, fino alla masseria-fortezza di Canalazzo, tipica dell'area di Monte Lauro, costruita anche con funzione di mulino, con le acque del fiume Amerillo, fin dal 1778. A fine escursione visita di Chiaramonte Gulfi, con relativo assaggio di specialità ragusane.

tipologia: Escursionismo

direttore: Giorgio Pace 347.4111632

area geografica: Iblei

difficoltà: T

dislivello: 200 m

terreno: Carrareccia

durata: circa 4 ore

quota massima: 20 m


13/03/2011

24 — Fratelli Pii

Da monte Conca, risaliremo i pendii innevati in direzione di Monte Nero delle Concazze, qui con maggior pendenza andremo incontro a Monte Pizzillo, da dove facilmente raggiungeremo i Fratelli Pii. I due coni di scorie laviche, legati ad una nota leggenda catanese, rappresentano la nostra meta, dalla quale ridiscenderemo costeggiando i pendii di Monte Cacciatore, Monte Frumento e infine attraversando la bottoniera del 2002 Greco.

tipologia: Sci Escursionismo

direttore: Gigi Sciacca 328.4589043

area geografica: Etna

difficoltà: Rosso

dislivello: 700 m

terreno: Fuoripista su lave innevate

durata: circa 6 ore

quota massima: 2500 m


20/03/2011

25 — La Patalica Bizantina

In epoca bizantina, quando le popolazioni si ritirarono dalle coste divenute insicure, Pantalica divenne sede di villaggi ed oratori. In successione visiteremo le chiese rupestri del SS. Crocifisso, S. Micidiario e S. Nicolicchio.

tipologia: Escursionismo

direttore: Giuseppe Borrelli & Filippo Giannetto

area geografica: Iblei

difficoltà: T

dislivello: 200 m

terreno: Carrareccia, sentiero

durata: circa 4 ore

quota massima: 400 m


20/03/2011

26 — Da Santa Maria del Bosco a Monte Colla

Le antiche masserie dei monti Nebrodi testimoniano un passato di operoso lavoro in un ambiente severo ma affascinante. Santa Maria del Bosco e Monte Colla sono tra i siti di maggior interesse per vastità del territorio e grandezza delle strutture. Oggigiorno assolvono ad altre funzioni, l'una è un centro visite e fruizione del Parco dei Nebrodi, l'altra è una struttura ricettiva di tipo agrituristico. Resta immutato il fascino dei luoghi e la valenza escursionistica di tutto rispetto.

tipologia: Escursionismo

direttore: Franco Minutolo 349.5840449

area geografica: Nebrodi

difficoltà: E

dislivello: 600 m

terreno: Carrareccia, sentiero

durata: circa 7 ore

quota massima: 1610 m


20/03/2011

27 — Pizzi Deneri

Lunga e impegnativa ascensione lungo le pendici nord orientali dell'Etna da Monte Conca, passando da Monte Nero delle Concazze e poi valicando presso Monte Pizzillo. Si intercetta la pista dei fuoristrada STAR e si procede in direzione di Piano delle Concazze e Pizzi Deneri. La discesa quasi per lo stesso itinerario di salita ma con deviazione verso i coni vulcanici detti Fratelli Pii.

tipologia: Sci Alpinismo

direttore: Fabrizio Meli 347.5104413

area geografica: Etna

difficoltà: BS

dislivello: 1045 m

terreno: Lave innevate, pendii ghiacciati, brevi tratti di pista

durata: circa 6 ore

quota massima: 2850 m


26/03 - 27/03/2011

28 — Una notte al Rifugio Sapienza

Ambizioso fine settimana al Rifugio Sapienza che propone l'ascensione all'Etna con l'ausilio di sci o racchette, Confortati dalla superba ospitalità del nostro rifugio e dalla generosità della montagna. Se le condizioni generali lo consentiranno, si effettuerà la traversata da Etna Sud a Etna Nord.

tipologia: Escursionismo Invernale - Sci Escursionismo

direttore: O. Conte 340.2812505 - G. Sciacca 328.4589043

area geografica: Etna

difficoltà: EAI - Rosso

dislivello: + 500 m; - 1200 m (previsti)

terreno: Innevato

durata: circa 8 ore

quota massima: 3000 m


02/04 - 03/04/2011

29 — Capo Gallo, Mondello, Sferracavallo

Escursione turistica per ammirare un panorama unico dalla vetta di Capo Gallo, sopra Mondello, sosta pranzo al semaforo (antico faro or in disuso e abitato da un eremita..), proseguo con sosta al centro storico di Palermo.

tipologia: Escursionismo

direttore: Walter Gulisano 348.4586856

area geografica: Monti della Conca d'Oro

difficoltà: T

dislivello: 400 m

terreno: Sentiero

durata: circa 4 ore

quota massima: 500 m


03/04/2011

30 — Monte Quacella

Il Monte Quacella è la cima più alta dello spettacolare anfiteatro dolomitico di Serra della Quacella. Lo si risalirà dal fianco occidentale lungo il Vallone degli Angeli dove sopravvivono, in stretta protezione, gli ultimi Abeti dei Nebrodi (circa due dozzine), muti testimoni di antiche foreste montane di Sicilia. Se le condizioni lo permetteranno si raggiungerà la cresta. Ragguardevole il paesaggio.

tipologia: Escursionismo

direttore: Orazio Conte 340.2812505

area geografica: Madonie

difficoltà: E

dislivello: 650 m

terreno: Carrareccia, terreno libero, sentiero

durata: circa 6 ore

quota massima: 1765 m


10/04/2011

31 — Da Malvagna a Roccella Valdemone

Da Malvagna, piccolo centro dei Peloritani, ci si dirige in cresta verso Roccella, con vista sui magnifici panorami. Si sale fino ad un pianoro con ampia visione di Rocca di Novara e si rientra a Roccella V., attraverso la Valle Giardina.

tipologia: Escursionismo

direttore: Paola Fazzari 334.3339480

area geografica: Peloritani

difficoltà: E

dislivello: 500 m

terreno: Carrareccia, sentiero, terreno libero

durata: circa 6 ore

quota massima: 1200 m


16/04 - 25/04/2011

32 — Peloponneso

Da Catania a Brindisi in pulmino per imbarcarsi in serata alla volta di Patrasso. Cabine con servizi. Tornati sulla terraferma si procederà per Kalamata, Mani e Mistras. Escursione in una valle vicina a Kardamili, il villaggio sognato da Achille per trascorrervi la vecchiaia dopo la guerra di Troia. Soggiorno a Methoni con relax sulle meravigliose spiagge della Messenia. Il palazzo di Nestore, re di Pilo ed amico di Ulisse. In barca all'Isola della Sapienza. Olimpia, capitale storica dello sport, sede dei giochi in onore di Giove. Il Tempio di Apollo Epicuro a Vasses, a 1.200 m, il meglio conservato della Grecia e protetto dall'UNESCO. La Valle di Dimitsana e le Gole del Lousios fra monasteri ortodossi e villaggi di montagna.

tipologia: Viaggi

direttore: Giorgio Pace 347 4111632

area geografica: Grecia

difficoltà: T

note: Il programma particolareggiato sarà disponibile in tempo utile


17/04/2011

33 — Pizzo dell'Eremita

Suggestiva escursione nelle argille della riva destra del Simeto e seguire il corso del fiume per raggiungere uno dei rilievi più interessanti della zona in questione, bellissimo il panorama che si osserverà una volta raggiunta la vetta.

tipologia: Escursionismo

direttore: Gigi Sciacca 328.4589043

area geografica: Valle del Simeto

difficoltà: E

dislivello: 500 m

terreno: Carrareccia, sentiero, terreno libero

durata: circa 5 ore

quota massima: 807 m


22/04 - 25/04/2011

34 — Aspromonte, fiumi, cascate ed antiche miniere

Consueto e collaudato weekend al rifugio di Zomaro, da dove si partirà per le escursioni nella parte nord del Parco.

tipologia: Escursionismo

direttore: Walter Gulisano 348.4586856

area geografica: Aspromonte

difficoltà: E

dislivello: Variabile

terreno: Carrareccia, sentiero

durata: circa 6 ore al giorno

quota massima: 1600 m


25/04/2011

35 — Anello di Bosco Nave

Escursione primaverile, tra germogli e fioriture, sul versante nord occidentale della nostra montagna. Da Monte La Nave si risalirà, grazie ad una comoda pista, il bosco etneo sino alla base di Monte Maletto. Dopo il meritato pranzo si ridiscenderà passando dal Rifugio Sciarelle e la Contrada Trentasalme.

tipologia: Escursionismo

direttore: Claudio Sangiorgio 340.3302381

area geografica: Etna

difficoltà: T

dislivello: 500 m

terreno: Carrareccia innevata

durata: circa 6 ore

quota massima: 1600 m


30/04 - 01/05/2011

36 — Da Piano Margi a Portella Vento

Dal Vallone della Santissima, sopra Fiumedinisi, raggiungeremo quello che, probabilmente, rappresenta il più spettacolare percorso in cresta della Sicilia. La vecchia strada militare, costruita alla fine dell'800, ci darà l'opportunità di godere di una serie di vedute panoramiche mozzafiato, come quella sul Monte Scuderi e sullo stretto di Messina. Quindi, imboccheremo il sentiero Girasi' , il quale dopo una corroborante sosta presso una delle sorgenti della zona, ci condurrà al rifugio di Portella Vento, ove sosteremo per la cena ed il pernottamento.

tipologia: Escursionismo

direttore: Lucia Dativo 347.7235413

area geografica: Peloritani

difficoltà: E

dislivello: 1300 m in ue gg

terreno: Carrareccia, sentiero

durata: circa 8 ore al giorno

quota massima: 1030 m


01/05/2011

37 — Il canyon del Cassibile

Nelle colline calcaree del siracusano si aprono profonde gole incise dai numerosi fiumi che le attraversano. Una delle più spettacolari e per questo note, è quella scavata dal Cassibile nei pressi dell'antica Avola. Dalla sommità della collina è già visibile il fondo della cava su cui scorre il fiume tra cascatelle e profonde marmitte che rinfrescheranno i partecipanti. Un sentiero scavato nella roccia, a mezza costa tra la vegetazione ripariale consentirà di seguire dall'alto buona parte del corso del fiume. Portare scarponi e costume da bagno.

tipologia: Escursionismo

direttore: Orazio Conte 340.2812505

area geografica: Iblei

difficoltà: E

dislivello: 300 m

terreno: Sentiero

durata: circa 3 ore

quota massima: 490 m


08/05/2011

38 — La seconda vetta della Sicilia

Pizzo Carbonara invita a guardare il mondo dall'alto. In un ambiente dove il carsismo ha caratterizzato forme e strutture della montagna, questa cima sovrasta, con i suoi quasi 2000 m, boschi, borghi e contado, permettendo allo sguardo di spaziare dalle Egadi alle Eolie, dai Monti di Palermo all'Etna.

tipologia: Escursionismo

direttore: Gigi Sciacca 328.4589043

area geografica: Madonie

difficoltà: E

dislivello: 600 m

terreno: Sentiero, terreno libero

durata: circa 5 ore

quota massima: 1979 m


14/05 - 15/05/2011

39 — Attacco al Maja e Pelavet

La vetta del Maja e Pelavet, cima minore della Pizzuta, da cui è separata da un piccole colle, presenta delle strutture rocciose molto interessanti sul versante meridionale; a SW si trova una bella cresta. mentre a S vi è una parete molto articolata e ad E uno speroncino molto bello. Il nostro itinerario si svilupperà dal versante W, salendo ad una selletta dalla quale attraverso un ripido pendio si giungerà in vetta.

tipologia: Escursionismo

direttore: Walter Gulisano 348.4586856

area geografica: Monti della Conca d'Oro

difficoltà: EE

dislivello: 400 m

terreno: Carrareccia, sentiero, terreno libero (roccette)

durata: circa 6 ore

quota massima: 1279 m


15/05/2011

40 — Monte San Pietro

L'escursione inizia dal centro storico di Tortorici (450 m). Attraverso un antico sentiero ci si inerpica sui nudi fianchi del Monte Santo Pietro che domina sul più grosso dei centri dell'entroterra nebrodense fino a raggiungerne la vetta (1089 m). Da qui è possibile cogliere un panorama completo di quello che un tempo veniva chiamata la valle dell'ingegnocon le sue innumerevoli borgate (più di settanta). Ridiscesi leggermente dalla cima del monte si risale mantenendosi sul confine settentrionale del Parco dei Nebrodi fino a raggiungere la contrada Rocca di S. Marco ai limitidella statale 116.

tipologia: Escursionismo

direttore: Mimmo Murabito 339.8174140

area geografica: Nebrodi

difficoltà: E

dislivello: 750 m

terreno: Carrareccia, terreno libero

durata: circa 6 ore

quota massima: 1089 m


22/05/2011

41 — Dal Castello di Eurialo alla Tonnara di S. Panagia

Dal Castello di Eurialo, l'opera militare più importante del mondo greco, lungo le mura Dionigiane, passando dalla scala greca e dal santuario extra urbano di Artemide, fino alla Tonnara di S. Panagia, con tuffo finale in mare.

tipologia: Escursionismo

direttore: Giuseppe Borrelli & Filippo Giannetto

area geografica: Iblei

difficoltà: T

dislivello: 200 m

terreno: Carrareccia, sentiero, terreno libero

durata: circa 4 ore

quota massima: 100 m


22/05/2011

42 — Dal rifugio La Ginestra ai Monti Silvestri

Interessante itinerario escursionistico sul versante sud dell'Etna, che collega la zona di Monte Concilio e Monte Grosso fino ai crateri Silvestri. L'escursione consente di osservare le varie fasce vegetazionali e i coni vulcanici, percorrendo talvolta colate laviche recenti e antiche alternate a tratti di boschi e dagale. Nel corso dell'escursione, è possibile osservare le brigate delle coturnici di Sicilia, gallinacei endemici che popolano i versanti dell'Etna e delle altre dorsali montane. Gli ultimi 200 metri di dislivello sono perorsi su difficili colate laviche.

tipologia: Escursionismo

direttore: Fabrizio Meli 347.5104413

area geografica: Etna

difficoltà: E

dislivello: 650 m

terreno: Carrareccia, sentiero, terreno libero (colate laviche)

durata: circa 4 ore

quota massima: 2000 m


28/05 - 29/05/2011

43 — Pizzo Blasi, Rocca Traora e Grotta del Lauro

Il nostro campo base è posto ad Alcara Li Fusi, centro agricolo dei Nebrodi, immerso in un paesaggio paragonabile a quello dolomitico. La prima escursione prevede la salita dall'antico villaggio Stella, lungo una valle con passaggi su ghiaioni e sotto le magnifiche rupi calcaree di Pizzo Blasi (1133 m s.l.m.); si procede su pendii fino alla sorgente Malirò ed un laghetto artificiale, fino alla vista di Rocca Traora, sotto l'attento sguardo delle aquile reali e dei grifoni. La seconda escursione prevede la traversata da Longi ad Alcara Li Fusi. La visita della Grotta del Lauro, se consentita dall'Ente Parco, completerà il nostro fine settimana nell'area protetta dei Nebrodi.

tipologia: Escursionismo

direttore: Fabrizio Meli 347.5104413

area geografica: Nebrodi

difficoltà: E

dislivello: 1 esc. + 550 m; 2 esc + 411 m, - 727 m

terreno: Carrareccia, sentiero, terreno libero (ghiaioni)

durata: circa 1 esc. 4 ore; 2 esc. 5 ore

quota massima: 1133 m


29/05/2011

44 — Vallone Piano della Corte

La Riserva naturale Vallone Piano della Corte si estende per 6 km nel letto del torrente Brack. Area ricca di vegetazione ripariale e di fossili. al rientro breve visita al castello di Agira.

tipologia: Escursionismo

direttore: Filippo Morina 349.7503466

area geografica: Erei

difficoltà: T

dislivello: 200 m

terreno: Carrareccia

durata: circa 4 ore

quota massima: 823 m


29/05/2011

45 — Da Piano Provenzana a Piano del Vescovo

Escursione che coniuga insieme il piacere del cammino con l'allegria della conquista e il fascino di un ambiente unico al mondo, che non manca mai di stupire il visitatore per la ricchezza e la grandiosità del paesaggio. Dal Piano Provenzana al Piano delle Concazze ed al Cratere del Piano, poi al piano della terrazza craterica della Bocca Nuova e dopo giù per il Piano del Lago. Indescrivibile discesa al piano della Valle del Bove e facile scavalco della Serra del Salifizio per raggiungere finalmente il Piano del Vescovo. Che dire, un escursione Piano Piano.

tipologia: Escursionismo

direttore: Orazio Conte 340.2812505

area geografica: Etna

difficoltà: EE

dislivello: 1650 m

terreno: Carrareccia, sentiero, terreno libero (sabbia e rocce laviche)

durata: circa 8 ore almeno

quota massima: 3330 m

note: Escursione impegnativa per durata, dislivello, terreno


02/06 - 05/06/2011

46 — Trekking nell'sola di Lipari

Lipari, capoluogo dell'arcipelago eoliano, è l'isola più complessa sul piano geologico e vulcanico che cercheremo di conoscere attraverso varie escursioni e la visita al museo archeologico. Escursioni a Monte Guardia e S. Salvatore. A Monte Chirica e Monte S. Angelo. Alle Cave di caolino e Valle Pera.

tipologia: Escursionismo

direttore: Giuseppe Borrelli & Giuseppe Tomasello

area geografica: Isole Eolie

difficoltà: T-E

dislivello: 500 m

terreno: Carrareccia, sentiero

durata: circa 4 ore

quota massima: 640 m


02/06 - 05/06/2011

47 — Monte Falcone & Monte Santa Caterina

Le Egadi, legati indissolubilmente al mito di Ulisse, sono la meta di questo nostro week end. Partenza da Catania; imbarco da Trapani su aliscafo per Marettimo, sistemazione in case di pescatori. I sentieri di Marettimo per cima Falcone e per Punta Libeccio, estremo ovest della Sicilia e, Monte Santa Caterina vetta di Favignana, saranno le nostre mete escursionistiche corredate da salutari bagni. Ottimo pesce, da vedere, da pescare e da mangiare.

tipologia: Escursionismo

direttore: Gigi Sciacca 328.4589043

area geografica: Isole Egadi

difficoltà: E

dislivello: 680 m

terreno: Carrareccia, sentiero

durata: circa 4 ore

quota massima: 686 m


05/06/2011

48 — Appuntamento a Grotta del Gelo

Due gruppi: uno parte da Piano Provenzana e sale, attraversando il teatro dell'eruzione 2002-2003, sino a Monte Pizzillo, dal quale inizia a scendere per raggiungere, tra le morbide forme delle Sciare del Follone, la Grotta del Gelo. L'altro parte da Monte La Nave e sale, attraversando successivi piani vegetazionali, tra boschi di varie essenze e scorci panoramici. Una mulattiera che presto diviene sentiero, conduce alla Dagala dell'Orso e continua tra le sinuosità delle Sciare del Follone, una sorta di originale e splendido museo a cielo aperto di arte litica naturale. I due manipoli s'incontreranno davanti alla Grotta del Gelo, all'interno della quale è celato ciò che resta del ghiacciaio più meridionale del continente europeo, per consumare il pasto insieme e poi procedere ognuno verso la base di partenza dell'altro.

tipologia: Escursionismo

direttore: O. Conte 340.2812505 - P.Platania 347.8624160

area geografica: Etna

difficoltà: EE

dislivello: 1 gruppo 650 m circa, 2 gruppo 850 m circa

terreno: Carrareccia, sentiero

durata: circa 7 ore

quota massima: 1 2400 m, 2 2030 m

note: Escursione impegnativa


12/06/2011

49 — Canalone della Montagnola

Dalla Montagnola si risale il Piano del Lago sino alla base del Cratere di Sudest. Si discende poi, costeggiando il bordo della Valle del Bove, il Belvedere e Monte Escrivà, sino ad entrare nel Canalone della Montagnola dal quale scendere a fondo valle. Attraverso il sentiero Carmelo e Riccardo, si raggiungerà il Canalone dei Faggi per scavalcare la Serra del Salifizio e scendere al Piano del Vescovo.

tipologia: Escursionismo

diettore: Saro Di Mauro 335.410104

area geografica: Etna

difficoltà: EE

dislivello: + m 350; - m 400

terreno: Sentiero, terreno libero (sabbia e rocce vulcaniche)

durata: circa 7 ore

quota massima: 2900 m


19/06/2011

50 — La seconda regione

Boschi, boscaglie, sciare e vetuste colate laviche. Nel corso del nostro cammino, da Piano delle Ginestre a Monte Scavo, questi sono gli ambienti che incontreremo e che solo l'Etna sa offrire. Con la sua imponente complessità, il nostro amato vulcano, veglierà su di noi per tutta la durata di questa lunga, a tratti anche un po' impegnativa, escursione alle sue pendici.

tipologia: Escursionismo

direttore: Lucia Dativo 347.7235413

area geografica: Etna

difficoltà: E

dislivello: 600 m

terreno: Carrareccia, sentiero, terreno libero (campi lavici)

durata: circa 7 ore

quota massima: 1708 m


25/06 - 26/06/2011

51 — Piccola traversata sui Nebrodi

Ritorno di un classico del trekking sezionale. Il tratto più ricco di bellezze naturalistiche in un contesto insospettabile per la Sicilia. Fitte faggete che si aprono in splendidi panorami che guardano il mare e le Isole Eolie, zone umide, stagni, laghi, pascoli e piccole radure. Frequente incontrare cavalli ed altri animali allevati in libertà Il percorso, di modesto impegno, sarà coronato da una corposa grigliata vespertina e dal magico chiarore del fuoco di bivacco. Le confortevoli tende sezinali offriranno infine comodo albergo ai protagonisti di un fine settimana simpaticamente inconsueto.

tipologia: Escursionismo

direttore: Orazio Conte 340 2812505

area geografica: Nebrodi

difficoltà: E

dislivello: 500 m circa

terreno: Carrareccia

durata: circa 8 ore in due giorni

quota massima: 1700 m


26/06/2011

52 — Arco di Tufo

Dal Rifugio G. Sapienza fino al Belvedere, dopo aver ammirato dall'alto il magnifico panorama sulla Valle del Bove e sulla costa jonica, ci si impegnerà in una divertente discesa sui canaloni sabbiosi fino a giungere a Serra Giannicola Grande, ove sorge l'Arco di tufo; monumento naturale del vulcano.

Schea tecnica:/2011

tipologia: Escursionismo

direttore: Gigi Sciacca 328.4589043

area geografica: Etna

difficoltà: EE

dislivello: 500 m

terreno: Carrareccia, terreno libero (sabbia e rocce laviche)

durata: circa 7 ore

quota massima: 2740 m


02/07 - 03/07/2011

53 — Dal castello di Calatabiano al castello di Francavilla

Versione ridotta a due giorni del trekking dell'Alcantara.Partenza dalla base del Castello di Calatabiano e arrivo in pomeriggio al 1 salto dell'Enel di Gravà, dove nell'area che avremo a disposizione collocheremo le tende. L'indomani proseguo verso Francavilla, con soste alle gurne.

tipologia: Escursionismo

direttore: Walter Gulisano 348.4586856

area geografica: Valle dell'Alcantara

difficoltà: E

dislivello: 500 m circa

terreno: Carrareccia, sentiero, terreno libero (alveo fluviale)

durata: circa 14 ore in due giorni

quota massima: 600 m

note: Parte del percorso sarà in acqua poco profonda, pertanto necessita l'abbigliamento e calzature idonee


03/07/2011

54 — Laghetti di Marinello

Piacevolissima e serena passeggiata sulla Terra del Miracolo, per osservare una delle lagune costiere fra le più interessanti della Sicilia. Si costeggerà, alla base, l'imponente falesia sulla cui sommità sorge il santuario della Madonna Nera. Il tutto sarà coronato da un bagno ristoratore nelle tiepide acque del Mar Tireno.

tipologia: Escursionismo

direttore: Claudio Sangiorgio 340.3302381

area geografica: Litorale Tirrenico

difficoltà: T

dislivello: 20 m

terreno: Arenile

durata: circa 3 ore

quota massima: 20 m


10/07/2011

55 — Monte Agata e Cratere di Nordest

Dal Rifugio Sapienza alla Montagnola in funivia, poi risalita del Piano del Lago sino a Torre del Filosofo. Breve sosta e proseguimento lungo il pianoro alla base dei crateri sommitali, attraversando la breve colata del 2006 e puntando decisi verso Monte Agata. Rientro alla Montagnola costeggiando il bordo occidentale della Valle del Bove. Ascensione ai crateri compatibilmente con le condizioni meteo e all'attivitàvulcanica.

tipologia: Escursionismo

direttore: Saro Di Mauro 335.410104

area geografica: Etna

difficoltà: EE

dislivello: + m 800; - m 1400

terreno: Sentiero, terreno libero (sabbia e rocce laviche)

durata: circa 7 ore

quota massima: 3250 m


14/07 - 24/07/2011

56 — Viaggio in Valle d'Aosta

Ritorniamo nella affascinante ed incantevole regione Valdostana. Sarà comunicato, in tempo utile, il programma dettagliato.

tipologia: Escursionismo

direttore: Gregorio Pagano 347.7938314

area geografica: Alpi Pennine - Graie

difficoltà: T, E, EE

dislivello: Variabile

terreno: Carrareccie, sentieri, terreno libero (ghiaioni, crinali rocciosi)

durata: 11 giorni


24/07/2011

57 — Risalita del torrente Calcinara

La risalita del torrente Calcinara, il maggiore affluente del fiume Anapo, è sicuramente uno dei percorsi di trekking fluviale più emozionanti che si possano fare nelle cave iblee nel periodo estivo. Questo torrente deve il suo nome alla particolarità delle acquae ricche di calcite. Incassato nelle strette e suggestive gole della R.N.O. Pantalica-Valle dell'Anapo, offre incantevoli e suggestivi paesaggi ricchi di vegetazione ripale.

tipologia: Escursionismo

direttore: Giuseppe Borrelli & Filippo Giannetto

area geografica: Iblei

difficoltà: E

dislivello: 200 m

terreno: Sentiero, terreno libero (alveo fluviale)

durata: circa 4 ore

quota massima: 400 m


26/07 - 18/08/2011

58 — Viaggio avventura in Islanda

Il programma dettagliato disponibile in bacheca.

tipologia: Escursionismo

direttore: Giorgio Pace 347 4111632

area geografica: Nord europa

difficoltà: T


27/07 - 08/08/2011

59 — Dolomiti Ampezzane

Soggiorno per una decina di giorni a Cortina d'Ampezzo, previste escursioni su sentieri attrezzati e vie ferrate nei vari gruppi delle Dolomiti Orientali: Tofane, Cristallo, Faloria, Lavaredo. Non mancheranno i sentieri di fondovalle per ammirare dal basso le vette più elevate al cielo.

tipologia: Escursionismo

direttore: Gigi Sciacca 328.4589043

area geografica: Dolomiti

difficoltà: EEA

dislivello: Variabile

terreno: Carrareccia, sentiero

durata: circa Variabile

quota massima: 3100 m


13/08 - 15/08/2011

60 — Isole dello Stagnone

La piccola laguna che circonda Marsala è stata culla della civiltà fenicia, isoletta di Mozia conserva ancora inestimabili documentazioni della civiltà legata ai riti della dea Thanit. Sulla via del ritorno sosta a Mazara del Vallo, alle cave di Cusa ed infine al sito archeologico di Selinunte, il più grande della Sicilia.

tipologia: Escursionismo

direttore: Claudio Sangiorgio & Gigi Sciacca

area geografica: Sicilia Occidentale

difficoltà: T

terreno: Carrareccia, sentieri, vicoli urbani

durata: circa 3 ore

quota massima: 10 m


20/08 - 27/08/2011

61 — Settimana naturalistica nel Parco della Majella

La sede del nostro campo base è Caramanico Terme, un grazioso centro termale alle pendici del massiccio carbonatico della Majella, area montana tutelata da Parco Nazionale, istituito il 5 giugno del 1995. L'area protetta è stata istituita per tutelare habitat e specie biologiche uniche nel mondo, che condividono un territorio molto particolare anche dal punto di vista geologico. è un area geografica molto conosciuta dagli stranieri che la visitano in tutte le stagioni, ma molto poco apprezzata dagli italiani; è un territorio che offre molte possibilità dal punto di vista naturalistico, alpinistico ed escursionistico di alto livello; permette anche molte visite culturali, perché è ricca di storia, testimoniata da aree archeologiche, conventi, eremi e cittadine medievali. La settimana è organizzata in modo da soddisfare tutte le esigenze del gruppo o dei singoli, alternando escursioni a rilassanti visite. Il programma di massima è fornito al più presto, accompagnato da dettagli logistici, di organizzazione e di costi.

tipologia: Escursionismo

direttore: Fabrizio Meli 347.5104413

area geografica: Appennino centrale (Abruzzo)

difficoltà: T, E, EE

dislivello: Variabile

terreno: Carrareccie, sentieri, terreno libero (ghiaioni, crinali rocciosi)

durata: circa Variabile


03/09 - 04/09/2011

62 — Riserva dello Zingaro

Fine settimana alla scoperta di una delle riserve più interessanti della Sicilia occidentale. La Riserva dello Zingaro è ormai famosa e non necessita presentazioni, ci si limita a ricordare le splendide calette, i fantastici colori delle sue acque, la ricchezza e la verità della sua fauna acquatica, le grotte sommerse, le caratteristiche palme nane, ecc.

tipologia: Escursionismo

direttore: Gigi Sciacca 328.4589043

area geografica: Monti del Trapanese

difficoltà: E

dislivello: 100 m

terreno: Sentiero

durata: circa 4 ore

quota massima: 200 m


04/09/2011

63 — Pantalica e la valle dell'Anapo

L'escursione inizierà dal Casello Fusco, e si svilupperà lungo la vecchia ferrovia della Val d'Anapo, ormai dimessa, per poi proseguire su di un sentiero che guada il fiume e s'inerpica sino alla sommità dell'altipiano che domina la necropoli nord. Breve discesa ed ulteriore guado per la visita dei resti di chiese rupestri d'epoca bizantina. Dopo concordata sosta si ridiscende al fondovalle per giungere alla Fonte del Giglio e riprendere la strada della ferrovia per tornare alla base.

tipologia: Escursionismo

direttore: Orazio Conte 340 2812505

area geografica: Iblei

difficoltà: E

dislivello: 300 m

terreno: Carrareccia, sentiero

durata: circa 6 ore

quota massima: 500 m


11/09/2011

64 — Itinerari storici per l'ascensione all'Etna

L'itinerario verso l'Etna, quando non esisteva la strada dell'Etna (la S.P. 92), fra il 700 e l' 800 è stato parzialmente ricoperto da colate laviche relativamente recenti. L'itinerario ci permette di ripercorrere alcuni tratti, risparmiati dagli eventi vulcanici degli ultimi secoli, ripercorsi anche in occasione della grande ascensione all'Etna del 1922, organizzata dal CAI di Milano.

tipologia: Escursionismo

direttore: Saro Di Mauro 335.410104

area geografica: Etna

difficoltà: E

dislivello: 400 m

terreno: Sentiero, terreno libero (rocce vulcaniche)

durata: circa 5 ore

quota massima: 1500 m


15/09 - 02/10/2011

65 — Mongolia e Pechino

Partenza da Fiumicino in aereo per l'Estremo Oriente. Tre giorni per la visita di Pechino con bus e guida di lingua italiana. La Città Proibita col palazzo imperiale e la sala dell'Armonia Celeste. La piazza Tien Am Men e i suoi monumenti. Il tempio del Cielo e il Palazzo d'Estate. La Grande Muraglia e le Tombe Ming. Un'anatra laccata e gli spettacoli degli acrobati e delle marionette. In aereo ad Ulaan Baator, capitale della Mongolia, repubblica indipendente e democratica, incuneata tra Russia e Cina. Soggiorno in albergo e visita con guida e pullman. Partenza per un trekking di 10 giorni verso il sud con fuoristrada 4x4, e guida interprete. Itinerario verso il mitico deserto di Gobi, i giacimenti dei fossili di dinosauro a Bayanzag, la valle delle Aquile, le dune di sabbia di Khongor Els, la valle del fiume Orkhon con le sue sponde ghiacciate, e le sorgenti calde di Tsenker. Karakorum, la leggendaria capitale di Gengis Khan, e il suo grande monastero buddista sopravissuto alle persecuzioni e alle rivoluzioni. Trattamento di pensione completa per i giorni del trekking, pernottamento in alberghi, ove possibile, e nelle Gher, le inconfondibili tende mongole di legno e feltro. Vivremo a stretto contatto con le popolazioni nomadi fruendo della loro tradizionale ospitalità. Conosceremo i cammelli batriani, i cavalli takhi, gli asini selvatici e le pecore argali. Mangeremo anche lo yogurt di yak con mirtilli freschi, i ravioli a vapore con aglio, cipolla e carne di montone. Sentiremo cigolare le ruote delle preghiere buddiste e dimenticheremo il clacson dell'automobile. Rientro a Ulaan Baator e volo per il mondo Occidentale.

tipologia: Escursionismo

direttore: Giorgio Pace 347 4111632

area geografica: Continente Asiatico

difficoltà: T

note: Il programma particolareggiato sarà disponibile in tempo utile


18/09/2011

66 — Lago Cartolari

Dal vivaio Chiusitta si attraversa il bosco di Foresta Vecchia scavalcando i valloni Angherone e Scagliolo per poi raggiungere il pianoro in contrada Cartolari sino al lago omonimo. Sosta e pranzo all'attigua area attrezzata.

tipologia: Escursionismo

direttore: Piero Sapuppo 320.3375803

area geografica: Nebrodi

difficoltà: T

dislivello: 300 m

terreno: Carrareccia, sentiero, terreno libero (prati)

durata: circa 6 ore

quota massima: 1450 m


18/09/2011

67 — Da Piano dell'Acqua a Pietracannone

Attraversamento da sud a nord della Val Calanna, percorrendo vecchie mulattiere tagliate dall'ultima eruzione e sentieri di nuova tracciatura, si giungerà all'unica dagala esistente di pioppo tremulo all'interno della valle, rinominata del picchio per la colonia di picchi rossi che vi nidificano. Sosta al bivacco della dagala e proseguo per una traccia su terreno lavico, che conduce a monte Cagliato, da qui seguendo il sentiero alla base di monte Fontana si giungerà a Pietracannone.

tipologia: Escursionismo

direttore: Walter Gulisano 348.4586856

area geografica: Etna

difficoltà: EE

dislivello: 800 m

terreno: Carrareccia, sentiero, terreno libero (campi lavici)

durata: circa 7 ore

quota massima: 1540 m


23/09 - 25/09/2011

68 — Serra del Prete

Week end nel cuore dell'Appenino Calabro-Lucano, sul massiccio del Pollino, con le sue fitte faggete, i pascoli d'altura, i relitti glaciali, le pietraie delle cime che superano i 2.000 m. Sulle pareti più impervie, alle quote più alte sarà emozionante incontrare il pino loricato, vero e proprio fossile vivente, che caratterizza il paesaggio. La Serra del Prete rappresenta il rilievo più poderoso del massiccio del Pollino, l'arida rocciosità della sua vasta calotta possiede tuttavia un fascino che molti cercano e sanno apprezzare.

tipologia: Escursionismo

direttore: Orazio Conte 340 2812505

area geografica: Appennino meridionale

difficoltà: E

dislivello: 600 m circa

terreno: Carrareccia, sentiero

durata: circa 7 ore

quota massima: 2180 m


25/09/2011

69 — Cascata del Catafurco

La Cascata del Catafurco è un salto d'acqua di circa venti metri all'interno di una stretta e fresca gola che viene raggiunta da nord, percorrendo una carrareccia lungo la sponda destra del fiume. Bagno ristoratore nelle fresche acque del laghetto alla base della cascata, in uno stretto e profondo canyon, scavato dal Fiume San Basilio che si è insinuato in una faglia che attraversa la montagna, le cui alte pareti sembrano quasi toccarsi.

tipologia: Escursionismo

direttore: Claudio Sangiorgio 340.3302381

area geografica: Nebrodi

difficoltà: T

dislivello: 70 m

terreno: Carrareccia innevata

durata: circa 3 ore

quota massima: 700 m


25/09/2011

70 — Dal Rittmann alle Case di Pietracannone

Dal Rifugio Citelli, su fino al Rittmann, confine naturale tra la Valle del Leone e la Valle del Bove, si scende dentro la Valle sino all'altezza di Rocca delle Palombe, si esce e si prosegue sino alle Case di Pietracannone.

tipologia: Escursionismo

direttore: Pietro Platania 347.8624160

area geografica: Etna

difficoltà: E

dislivello: + 800; -1300

terreno: Carrareccia, terreno libero (sabbia e rocce laviche)

durata: circa 8 ore

quota massima: 2400 m


02/10/2011

71 — Rocca Novara

Questo aspro e singolare sperone calcareo costituisce la terza vetta dei Peloritani, di cui ne è anche l'avamposto più occidentale. Per la sua tipica forma triangolare, viene detto definito il Cervino di Sicilia e, dalla sua cima, lo sguardo può spaziare a 360 sul terreno circostante. Rocca di Novara o Salvatesta ed il vicino Borgo di Novara di Sicilia, sono luoghi magici, che rievocano le atmosfere di un antico paesaggio montano.

tipologia: Escursionismo

direttore: Lucia Dativo 347.7235413

area geografica: Peloritani

difficoltà: E

dislivello: 700 m

terreno: Carrareccia, sentiero, terreno libero

durata: circa 6 ore

quota massima: 1340 m


07/10 - 16/10/2011

72 — Pico del Teide

Con la sua estensione di 189,9 km quadrati, El Teide non è soltanto il parco nazionale, istituito nel 1954, più grande della Spagna, ma anche il più popolare visto che richiama più di quattro milioni di visitatori l'anno. Con i suoi 3718 m è il monte più

tipologia: Escursionismo

direttore: Gigi Sciacca 328.4589043

area geografica: Isole Canarie - Tenerife

difficoltà: EE

dislivello: 1750 m in 2 gioni

terreno: Carrareccia, sentiero

durata: circa 12 ore in 2 giorni

quota massima: 3718 m


09/10/2011

73 — Rocca Badia e Pizzo Galera

La visita ai ruderi del monastero basiliano di San Salvatore di Placa (1092), posto su Rocca Badia (510 m s.l.m.) dà inizio all'ascensione lungo un crinale a cornice della valle sul torrente San Paolo, nel territorio di Francavilla di Sicilia. La meta dell'ascensione è il Pizzo Galera (1088 m s.l.m.) che per l'acclività del terreno roccioso e per la posizione isolata fa pensare ad un luogo riservato ai forzati, ma invece è una vetta di tutto rispetto all'interno della Riserva Naturale del Bosco di Malabotta, con vasto panorama sull'Alcantara, sulle vette peloritane e sull'Etna. Non è difficile osservare rari rapaci che nidificano sui ripidi pendii rocciosi e su querce secolari.

tipologia: Escursionismo

direttore: Fabrizio Meli 347.5104413

area geografica: Peloritani

difficoltà: E

dislivello: 700 m

terreno: Carrareccia, sentiero

durata: circa 5 ore

quota massima: 1088 m


16/10/2011

74 — Da Buscemi a Palazzolo

Dalla cava di S. Pietro a Buscemi si scende al Fosso Nocilla costeggiandolo. Dopo il guado, attraverso una folta vegetazione fluviale si raggiunge la stazione di Cassaro. Da questa si rientra alla successiva stazione ferroviaria di Palazzolo Acreide.

tipologia: Escursionismo

direttore: Paola Fazzari 334.3339480

area geografica: Iblei

difficoltà: E

dislivello: 200 m

terreno: Carrareccia, sentiero, terreno libero

durata: circa 6 ore

quota massima: 600 m


23/10/2011

75 — Monte Nuovo e Monte Mezzaluna

Da Piano Fiera, presso Monte Intraleo, si segue una pista forestale che attraversa boschi di pino, castagni e querce. Superato Monte Nespole, si prosegue verso Monte De Fiore, nato dall'eruzione del 1974. Si raggiunge Monte Nuovo, formatosi nel 1948, e si prosegue verso Monte Mezzaluna. Al ritorno si potrà visitare la grotta dell'Intraleo.

tipologia: Escursionismo

direttore: Saro Di Mauro 335.410104

area geografica: Etna

difficoltà: T

dislivello: 350 m

terreno: Carrareccia, sentiero, terreno libero

durata: circa 4 ore

quota massima: 1800 m


23/10/2011

76 — Sorgente del Medico

Spedizione alla ricerca del refrigerio che solo i boschi montani possono dare. Da Case Chiusitta si risale, grazie ad una vecchia mulattiera all'ombra della mitica Foresta Vecchia, sino a Serra Spina. Dato uno sguardo al vicino Obelisco di Nelson ed al tetto della Sicilia sullo sfondo, si prosegue per Gurgo Secco sino alla fresca Sorgente del Medico, dove un ombreggiato desco ospiterà i commensali. Per dessert un'allettante salita a Serra del Re, quasi totalmente al riparo delle fronde della fittissima faggeta che la ricopre.

tipologia: Escursionismo

direttore: Orazio Conte 340.2812505

area geografica: Nebrodi

difficoltà: E

dislivello: 500 m

terreno: Carrareccia, sentiero

durata: circa 5 ore

quota massima: 1754 m


29/10 - 30/10/2011

77 — Etna Ronda (XIX edizione)

Tradizionale trekking etneo da Serra la Nave a Piano Pernicana. Un viaggio nella natura attraverso ambienti contigui ma spesso antitetici. L'autunno delle selve etnee, la trasformazione del paesaggio, il perenne gioco delle energie che si sopiscono e si risvegliano. Il nero delle lave ed il verde dei boschi, che in questa stagione vira dal giallo al rosso mattone creando immagini policrome che impressionano indelebilmente lo spirito così come un raggio di luce impressiona una lastra fotografica. Pernottamento al bivacco di Monte Maletto, serata allietata da una grigliata e dalla vivace fiamma del caminetto.

tipologia: Escursionismo

direttore: Orazio Conte 340.2812505

area geografica: Etna

difficoltà: E

dislivello: 800 m

terreno: Carrareccia, sentiero

durata: circa 13 ore in due giorni

quota massima: 1990 m


30/10/2011

78 — Pizzi Deneri, Intersezionale con CAI di Pedara

Nel 2001 la Sezione di Pedara fu promotrice di una spedizione nel Nepal, al fine di uno scambio culturale tra le scuole di alta montagna himalajana e il Liceo catanese Boggio Lera. Uno studente catanese è salito fino al Campo Base dell'Everest e successivamente un gruppo di alunni della Valle del Kumbu è venuto a Catania, ospite degli allievi catanesi. Per ricordare la spedizione di dieci anni fa, saliamo sulla vetta dei Pizzi Deneri per inaugurare un tracciato di sentiero che sarà dotato della necessaria segnaletica e speriamo anche di un bivacco nei pressi della vetta, molto utile per escursionisti e alpinisti.

tipologia: Escursionismo

direttore: Fabrizio Meli 347.5104413

area geografica: Etna

difficoltà: EE

dislivello: + 1190 m, - 1120 m

terreno: Sentiero, terreno libero (sabbie e colate laviche)

durata: circa 7 ore

quota massima: 2850 m


30/10/2011

79 — Da Piano dei Grilli a Case Zampini

Da Piano dei Grilli lungo l'itinerario che circonda Monte Minardo, Monte Peloso, Monte Sellato, tra boschi di querce e faggi si raggiungono le Case Zampini. Si rientra aggirando Monte Ruvolo.

tipologia: Escursionismo

direttore: Franco Minutolo 349.5840449

area geografica: Etna

difficoltà: E

dislivello: 250 m

terreno: Carrareccia, sentiero

durata: circa 6 ore

quota massima: 1340 m


05/11 - 06/11/2011

80 — Monte Cammarata, il Kassar di Castronovo e Monte Carcaci

Escursione con pernottamento in tenda al Rifugio di Monte Cammarata (mt 1.000). Il primo giorno, dopo essere saliti in vetta a Monte Cammarata si proseguirà con la visita al paese di Castronovo e l'ascesa al Kassar, l monte che sovrasta il paese, l'indomani trasferimento alla riserva naturale di Monte Carcaci e inizio escursione che condurrà alla vetta.

tipologia: Escursionismo

direttore: Walter Gulisano 348.4586856

area geografica: Sicani

difficoltà: E

dislivello: 600 m

terreno: Carrareccia, sentiero

durata: circa 10 ore in 2 giorni

quota massima: 1500 m


06/11/2011

81 — Impressioni di novembre

Il bosco di faggi è fra le più emozionanti visioni autunnali, il contrasto dei suoi colori con l'azzurro del cielo ed il verde dei prati rapisce gli animi sensibili donandogli un'estasi serena. Da Portella Miraglia verso il Bosco di Troina sino al Monte Ambolà che domina le valli sottostanti, in un crescendo di sensazioni emozionanti. Ritorno a Portella Cicogna.

tipologia: Escursionismo

direttore: Orazio Conte 340.2812505

area geografica: Nebrodi

difficoltà: E

dislivello: 400 m

terreno: Carrareccia, sentiero

durata: circa 5 ore

quota massima: 1529 m


13/11/2011

82 — Giornata della Sezione, 136 anno dalla fondazione

Giornata dedicata ai festeggiamenti dei 136 anni dalla fondazione della nostra Sezione. Rivolta anche ai simpatizzanti, per conoscere il Club Alpino e lasciarsi conquistare dal suo spirito e dalle sue attività, se ne consiglia la partecipazione agli amanti della natura e della montagna in particolare. Escursioni banchetti faranno di contorno al tradizionale convivio.

direttore: Giorgio Pace

area geografica: Etna

difficoltà: T

dislivello: m 150

terreno: Carrareccia

durata: circa 2 - 3 ore


20/11/2011

83 — Monterosso Almo

Dal centro di Monterosso Almo, attraverso una trazzera a gradoni si raggiunge la Valle dei Mulini. Guadato il fiume Amerillo, si risale il monte prospiciente il paese e con vista sullo stesso, si raggiunge la masseria fortificata Canaletti. Si rientra a Monterosso attraverso un altro itinerario a gradoni.

tipologia: Escursionismo

direttore: Paola Fazzari 334.3339480

area geografica: Iblei

difficoltà: E

dislivello: 500 m

terreno: Carrareccia, terreno libero

durata: circa 6 ore

quota massima: 750 m


27/11/2011

84 — Monte Scalpello

Tra le più antiche rocce della Sicilia, emerse dal fondo della Tetide nel cretaceo superiore, troviamo il Monte Judica. Insieme ai fratelli minori, Monte Scalpello e Monte Turcisi, rappresenta l'estremo avamposto dei Monti Erei orientali. La sua sommità è costituita da uno stretto crinale che culmina a 765 m. Malgrado ciò il paesaggio è mozzafiato, mostrando circa un sesto della superficie siciliana. L'area è stata abitata sin dalla preistoria, e conserva tracce delle epoche successive sia nei resti archeologici che in miti e leggende popolari. L'escursione, di moderato impegno, si sviluppa su prati e pendii tipici dell'interno della Sicilia.

tipologia: Escursionismo

direttore: Gigi Sciacca 328.4589043

area geografica: Erei

difficoltà: T

dislivello: 350 m

terreno: carrareccia, sentiero

durata: circa 4 ore

quota massima: 765 m


03/12 - 11/12/2011

85 — Tunisia

Da Catania a Trapani per imbarco su nave della Grimaldi Lines per Tunisi. Proseguimento per Gabés e l'Isola di Gerba con sosta all'anfiteatro romano di El Jem, il Colosseo d'Africa. Attraverso Medenine e Matmata e il lago salato di Chott El Jerid, a Tozeur e Nefta, le porte tunisine verso il Sahara. Due notti a Le Kef, villaggio di montagna a 800 m., quasi al confine algerino, per un'escursione a piedi tra i boschi di sughero delle montagne tunisine. Ultime notti nella capitale con visita di Sidi Bou Said e le rovine di Cartagine. Rientro in nave su Palermo e, via autostrada, a Catania.

tipologia: Escursionismo

direttore: Giorgio Pace 347 4111632

area geografica: Continente Africano

difficoltà: T

note: Il programma particolareggiato sarà disponibile in tempo utile


05/12/2011

86 — Circuito di Monte Fontanelle e Monte Albano

Da Piano Vetore lungo l'altomontana forestale si imbocca una carrareccia verso il Monte Fontanelle, per poi risalire al rifugio Galvarina e riprendere la via del ritorno.

tipologia: Escursionismo

direttore: Franco Minutolo 349.5840449

area geografica: Etna

difficoltà: E

dislivello: 200 m

terreno: Carrareccia

durata: circa 6 ore

quota massima: 1878 m


05/12/2011

87 — Monterosso e la colata del 1329

Monte Rosso, cono vulcanico da cui prende il nome l'omonimo paese, formatosi nel 1329 fù un eruzione laterale a quota molto bassa (550 m slm). La colata lavica, copri' una distanza di circa 5 km e interessò il territorio del comune di Aci S. Antonio. Durante il percorso visiteremo elementi naturalistici di notevole importanza.

tipologia: Escursionismo

direttore: Antonio Cucuccio

area geografica: Etna

difficoltà: T

dislivello: 70 m

terreno: Carrareccia, sentiero

durata: circa 4 ore

quota massima: 600 m


11/12/2011

88 — Bosco di Santo Pietro

Semplice, ma interessante escusione nel Bosco di Santo Pietro, dove esiste uno dei residui di sughereta in Sicilia. Dopo il pranzo si proseguirà per Caltagirone dove si effettuerà un trekking tra i carruggi, ovvero i piccoli vicoli, molti dei quali a scalinate, dell'antico centro storico.

tipologia: Escursionismo

direttore: Walter Gulisano 348.4586856

area geografica: Iblei

difficoltà: T

dislivello: 200 m

terreno: Carrareccia, sentiero, vicoli urbani

durata: circa 7 ore

quota massima: 600 m


11/12/2011

89 — Serra del Salifizio

Classico itinerario del nostro vulcano; giunti in cima a Monte Zoccolaro, ottimo punto panoramico che spazia dai crateri sommitali fino alla riviera jonica, percorreremo la Serra del Salifizio e in parte la Schiena dell'Asino, bellissimo crinale della parete meridionale della Valle del Bove.

tipologia: Escursionismo

direttore: Gigi Sciacca 328.4589043

area geografica: Etna

difficoltà: E

dislivello: 500 m

terreno: Sentiero

durata: circa 5 ore

quota massima: 1920 m


18/12/2011

90 — Da Castelmola a mare

Come è ormai tradizione più che decennale a conclusione dell'anno escursionistico si scenderà simbolicamente dai monti. Da Monte Veneretta, vicino Castelmola, in continua e dolce discesa, si arriva sino al mare fra sentieri erbosi e stradelle di periferia. Si osserveranno vecchie case rurali e (purtroppo) nuovi complessi residenziali, straordinari panorami su Taormina e sulla riviera ionica. Panettone, spumante e brindisi, alle montagne ed al CAI.

tipologia: Escursionismo

direttore: Giorgio Pace 347.4111632

area geografica: Peloritani

difficoltà: T

dislivello: + 300 m, 800 m

terreno: Carrareccia, sentiero

durata: circa 5 ore

quota massima: 884 m