logo CAI logo BIB

CLUB ALPINO ITALIANO - SEZIONE DELL'ETNA

La biblioteca

Perle ritrovate


BIB20-01:Relazione sul Gran Sasso

Una gita del 1881


A seguito del ritrovamento di questo rarissimo documento del XIX° secolo, vige l'obbligo, per i Direttori di escursione, di redigere le relazioni scrivendo con la penna d'oca e documentando con disegni al tratto, onde ripristinare le venerabili tradizioni del nostro Sodalizio.



BIB20-02: Adunata nazionale 1937

L'adunata nazionale del C.A.I.
(maggio 1937)


Girarchi e cammarati di lu C.A.I.,
ca d'ogni parti siti arriuniti
pri visitari 'st'Etna, primmittiti
cà ju, so figghiu, Vi ringraziu assai.


Pricchì avirivi cca, tutti prisenti,
(e aggiungiri vurrissi: nfinarmenti!)
è 'na gioia sincera e prezziusa
pri lu me vecchiu cori e la me musa.

Senza fantasticari, certamenti
'stu munte de li munti - Mungibeddu -
'ntra li vurcani di 'stu cuntinenti
è lu cchiù spavintusu e lu chiù beddu:

pricchì li 'ncanti di li so veduti
fannu arristeri a tutti ammaluccuti,
ma quannu sbutta 'n focu, Diu ni scanza,
nudd'autru spittaculu l'avanza.

Sarà figghiu d'u Celu e di la Terra,
d'a figghia di Briareu, o du Simetu;
sarà l'Oceanu ca lu focu afferra,
o di Sicànu lu frati scuetu;

sarà Tifeu ca sbuffa, lu giaganti
ca Giovi 'ncarammau d'i peri e' manu,
o c'è, forsi, 'ddu stortu di Vurcanu
ca cci fabbrica bummi e furminanti;

o annunca Pulifemu, 'ddu Cicropu
ch'a galatìa vuleva pri 'u so scopu,
e quannu assicutau 'ddu marpiuni
jttau a mari 'ddi gran faidduni…

iu non lu sacciu! Ma sicuramenti
'st'Etna ha avuto tanti tradizioni
'ntra tutti i tempi e pupulazionni
da pàriri 'na favula viventi.


Ma favula non è. Quannu 'ddu dottu
d'Empeducli d'Agrigentu si jittò
d'intra lu so crateri e… cchiù ca cottu
lu sandulu di ferru arributtò,

certu 'na 'mpressioni appi a pruvari
ca non cunsigghiu a nuddu a arribricari.

Ma tuttu chistu è vero o 'nvinzioni
dimustra la so granni attrazioni.


E 'nfatti, quanti e quanti - a miliuni -
puëti, scinziati, 'mpiraturi…
ccu 'sta Muntagna hanno fattu l'amuri:
Esiodu, Omeru, Pindaru,Platuni,

Eschilu, Carru Magnu e… 'ntra li tanti,
(pri muntuari a chiddi cchiù 'mpurtanti,
e di l'ebbica nostra cchiù vicini)
Gimmillaru, D'Annunziu e Mussolini.


E chi è c'hannudittu di 'stu Munti
ammantatu d'alivi e minnuliti,
di vigni, di giardini e nucidditi,
e riccu e variätu junti junti?

Cca su li pira e li puma gilati,
li ficudinnia, i sbergi, a girasedda
e tanti autri frutti prilibati
ca ni fannu acchianari l'acquaredda.

Cchiû dda, 'ammezzu li sciari, i pistacchiti,
li sorvi, i minicucca, i castagniti,
e 'ntra carammi e crateri astutati,
li cerzi e li jnestri profumati!

Cosa hannu ditto, dunca 'sti Siguri
di 'sta Muntagna di tantu sbrennuri,
ciavurusa d'arriniu e giarsumini,
di menta, nipitedda e ciclamini?

Ca vistuta di nivi o gilistrina,
china di negghia o tutta sulatìa,
cu 'ddu pinnacchiu ca ci svintulïa
è sempre maistusa e malantrina?


Di 'sta Muntagna ca sulennementi
suvrasta tutta sula, 'n tutti i venti;
e quannu è chiaru, quannu nuddu velu
ni 'mpanna l'occhiu e 'nfruscaggia lu celu,

varda Vurcanu e poi Cariddi e Scilla,
e Reggiu ccu la Fata, e, appressu, Villa,
e, come siddu fussi nenti,
tutta la costa agghiri l'orienti,

e Saracusa e Marta e… 'nfunnu 'nfunnu,
come si sutta avissi tuttu 'u munnu?
Di 'sta Muntagna ch'è la nostra storia,
la nostra stissa sorti e nostra gloria?


Hanno dittu… (e chi è ca si pò diri
siddu a lu 'nfernu non si vole jri?)
Hanno dittu… ca 'infacci a Mungibeddu
cuegghiè s'ha livari lu cappeddu!

Perciò mi sento daccussì contenti
a vidìrivi tutti ccà presenti,
e pri dittatu di la me cuscenza
Vi benedicu ccu ricunuscenza.


E speru beni ca quannu luntani
vi 'n'atu jutu 'i sti… terri bruciati,
ripinsannu a nuatri Siciliani,
forse non tanto presto vi scurdati

'sto Munti spaventusu e 'ncantaturi,
e, pri giusta ragiuni e non pri jocu,
duviti diri ca lu nostru focu
è tutto sfoü di lu nostro amuri.

Vittorio Emmanuele