Salve a tutti!

Ooooh, direte, chi non muore si rivede. Beh, tecnicamente non mi rivedete (ma non perché sono morto), piuttosto mi rileggete e quindi sarebbe più corretto dire (o meglio pensare), chi non muore si rilegge. Comunque vi scrivo innanzitutto per sapere come state, anche se sono consapevole che di solito non rispondete alle mie email e quindi mi piace pensare che state tutti bene.

Oltre a ciò vorrei proporvi di rivederci, non solo per dimostrare che sono ancora vivo ma anche per passare insieme la notte di Sant'Osvaldo. Cosa succede la notte di Sant'Osvaldo? Beh, le solite cose, più quelle insolite che deciderete di fare. Fra le insolite potreste passare una notte fuori città, in un prato, circondati dal bosco, vicini a una fonte, accanto a un bivacco, all'interno di un'area attrezzata nel Parco dei Nebrodi.

visto

considerato

ritenuto

Tutto ciò visto, considerato e ritenuto, si chiede agli interpellati di partecipare a una notte immaginifica osservando il cielo stellato solcato da innumerevoli scie luminose, chiamate romanticamente Lacrime di San Lorenzo.

Scheda tecnica dell'escursione e dettagli:

Occorrente:

I convenuti riceveranno in cambio:

Info e prenotazioni

Coloro che volessero partecipare mi contattino al 340 2812505 entro venerdì sera alle 21:30
N.B. Se non fossero visibili le stelle cadenti non è previsto alcun rimborso
P.S. Se non dovessimo vedere le lacrime di San Lorenzo... ci accontenteremo delle risate di Sant'Osvaldo.

Accorrete.

Orazio